Giù la cresta, sù la testa

“Fa in modo di poter sempre camminare a testa alta” mi hanno detto e ridetto. E allora che hanno detto a tutti coloro che vedo trascinare ogni giorno i loro piedi su un piedistallo e collocarsi al centro di una piazza per mostrare la loro “disumana normalità”? Vorrei essere un piccione obeso con la gastroenterite per liberarmici sopra! Dovrebbero indossare delle palandrane piene di stellette e medaglie per quanto appaiono tronfi ed ingordi! Se solo sapessero guardare in basso, scoprirebbero che quel blocco di granito su cui si ergono, li fa sembrare impaccati ed insulsi come una vecchia ballerina di tango ad un concerto metal. Guardate in basso e poi guardatevi dentro (sì, anche una colonscopia potrebbe bastare): il vuoto a perdere. Lasciate risplendere i nostri dubbi ed i nostri insuccessi come i colori in un dipinto di Kandinsky! Della normalità scialba il mondo è ormai stracolmo. Noi vogliamo i veri eroi: quelli che provano, sbagliano, riconoscono i propri errori, magari nascondono la testa sotto terra per un po’, ma poi possono camminare a testa alta! Non fosse altro per evitare i piccioni.

Bisous mes cher ami(e)s.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: