Prima che quest’anno finisca vorrei…

saper leggere il libro del mondo
con parole cangianti e nessuna scrittura

nei sentieri costretti in un palmo di mano
i segreti che fanno paura

(F.De Andrè – Khorakhanè)

Affinità elettive

E’ tardi, ma sentivo il bisogno di scrivere qualcosa a proposito di questa notte.

E così mi trovo a dover descrivere quanto sia incredibile pensare a come la mia vita e le persone che in qualche modo ne fanno parte riescano sempre ad insegnarmi qualcosa di nuovo e misterioso. Quella meravigliosa sensazione di essere importanti per qualcuno (anche se magari in realtà è solo una mia impressione). Il primordiale desiderio di condividere i pochi momenti di sincera partecipazione che solo chi conosce l’essensa profonda della condivisione conosce! Solo esseri che conoscono la fondamentale importanza di sentirsi ASSIEME parte integrante di un disegno a volte forse imperscrutabile, ma davvero speciale per quanto sappia divenire sorprendente, hanno il privilegio di comprenderlo. Ed allora ecco che tutte le mie illusorie difese crollano al confronto con questa forza indescrivibile che i più grandi hanno saputo chiamare “affinità elettive“. Se fossi uno scrittore ne ricaverei un trattato, se fossi un cantautore ne scriverei una meravigliosa canzone, se fossi un pittore ne dipingerei un quadro a tinte fortissime. Ma sono soltanto ciò che sono e perciò ne posso solo registrare la piacevolissima sensazione che queste “affinità” lasciano indelebile nella mia mente e soprattutto nel mio cuore. ‘Notte

Ama e ridi se amor risponde
piangi forte se non ti sente
dai diamanti non nasce niente
dal letame nascono i fior.
  
(F.De Andrè – Via del Campo)

Anime Salve

Da dove “ri”cominciare?

Oggi sono al lavoro, anche se, guardando fuori dalla finestra, il mondo sembra fermo (o almeno non così in fermento come di solito). Penso che tra qualche giorno ritornerò a Montpellier per stare con la mia principessa e rivedere un po’ dei luoghi in cui ho trascorso quasi tre anni della mia vita.Voglio proprio godermela questa vacanza e voglio proprio provare a tenerne il meglio per i giorni che verranno e sembreranno più grigi. Quel posto mi ha cambiato, alcune persone che sono là hanno accompagnato questo mio cambiamento ed una persona in particolare potrebbe cambiare la mia vita se mai non lo stia già facendo.

Scrivo questa strofa da “Anime Salve”, se ci penso bene, è proprio ciò che mi è accaduto:

«Mi sono spiato illudermi e fallire

abortire i figli come i sogni

mi sono guardato piangere in uno specchio

[di neve

mi sono visto che ridevo

mi sono visto di spalle che partivo

ti saluto dai paesi di domani

che sono visioni di anime contadine

in volo per il mondo»

(Fabrizio De André e Ivano Fossati)
 Back.jpg

In loving memory…

Questo è il primo post del mio nuovo blog, aperto in memoria del mio vecchio Msn Space che quella va..a di mamma-Microfott ha pensato bene di rimuovere senza preavviso alcuno (un servizio gratuito, in fondo, è soggetto anche a questi accadimenti).

Forse un segno del destino che proprio verso lo scadere di questo 2007, la “sorte informatica” abbia deciso di invitarmi a cambiare, a gettarmi alle spalle una grossa fetta di passato (dal settembre 2004 al dicembre 2007) e ricominciare a scrivere di me e delle mie passioni, successi ed insuccessi, gioie ed ulcere, in un altro luogo, con un’altra veste.

Tanti di quei pensieri sparsi nell’etere e cancellati in un solo istante come solo un colpo di laser su un disco ottico può fare! Una sorta di “elettroshock digitale” da trasferirsi forse nella vita reale?

Se vorrete seguirmi proverò a recuperare qualcosa di quei passaggi, non tralasciando contemporaneamente di raccontarvi il mio consueto presente. Magari potrei partire da una sorta di “descrivi te stesso” alla stregua di quei temi da scuola elementare che consegnavo puntualmente in bianco perchè forse, già a quell’età, per me guardarmi dentro era un esercizio estremamente provante.

Bisous e Buone Feste

Vostro Ancora DANIELE